Comitato Unico di Garanzia

Stampa 

comitatoCOMITATO UNICO DI GARANZIA

pdf Deliberazione n. 497 del 27/06/2017: Comitato Unico di Garanzia (C.U.G.) per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, individuazione dei componenti (pdf - 290 KB)

 Il "Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni" (CUG), come previsto dalla legge 183/2010, sostituisce in Azienda, unificandone le competenze in un solo organismo, il Comitato per le Pari Opportunità e il Comitato paritetico sul fenomeno del Mobbing e di questi assume tutte le funzioni previste dalla legge, dai contratti collettivi relativi al personale delle amministrazioni pubbliche o da altre disposizioni.

E' stato istituito con deliberazione del Commissario il 14/09/2011 e opera in collaborazione con le/i Consigliere/i di Parità e con la rete piemontese dei CUG.

Ha composizione paritetica ed è formato da componenti designati da ciascuna delle organizzazioni sindacali rappresentative e da un pari numero di rappresentanti dell’amministrazione, nonché da altrettanti componenti supplenti.

Esercita compiti propositivi, consultivi e di verifica, ed esplica le proprie attività nei confronti di tutto il personale appartenente all’amministrazione, dirigente e non dirigente e si avvale della consulenza del Consigliere di Fiducia aziendale, così come previsto dall'art. 9 del Codice Etico.

Il CUG, oltre che contribuire a fornire elementi utili per la corretta gestione del personale in un'ottica di parità e contrasto alle discriminazioni legate al genere, in ottemperanza all'art. 21, comma 4 della richiamata legge 183/2010, vede ampliato il proprio campo di competenza ad ogni altra forma di discriminazione, diretta e indiretta, che possa discendere da tutti quei fattori di rischio più volte enunciati dalla legislazione comunitaria: età, orientamento sessuale, origine etnica, disabilità, lingua e religione, estendendola all'accesso, al trattamento e alle condizioni di lavoro, alla formazione, alle progressioni di carriera e alla sicurezza.

Promuove la cultura delle pari opportunità ed il rispetto della dignità della persona nel contesto lavorativo, anche attraverso la proposta, agli organismi competenti, di piani formativi per tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici.

Ultimo aggiornamento ( Martedì 04 Luglio 2017 09:35 )