Regione Piemonte

Torino, domenica 20 giugno 2021, 2482 visitatori

 

Regione Piemonte

Sei qui: Home DIPARTIMENTI INTERAZIENDALI E INTERREGIONALI

ELISOCCORSO

PDF  Stampa  E-mail 
Indice
ELISOCCORSO
L'ELISOCCORSO NOTTURNO
SERVIZIO ELISOCCORSO REGIONE PIEMONTE
PERCORSO FORMATIVO
Tutte le pagine

elisoccorso 
afferente al Dipartimento Anestesia, Rianimazione ed Emergenza

Direttore di Struttura Complessa: Dott. Roberto VACCA

 

CHE COS'È L'ELISOCCORSO?

La risposta più efficace, in caso di emergenza extraospedaliera, che consiste nel portare, con maggior tempestività possibile, sul luogo stesso dell'incidente, il soccorso sanitario più qualificato: l'esperienza dimostra che il mezzo di soccorso idoneo per raggiungere questo obbiettivo è l'elicottero sanitario.
L'elicottero sanitario porta sul luogo dell'incidente un'équipe sanitaria specializzata in grado di fornire il soccorso vitale sia sul luogo dell'accaduto, sia in volo durante il trasporto presso l'ospedale idoneo.

logo_HEMSIl Servizio Regionale Elisoccorso del Piemonte, é membro e aderisce da oltre 10 anni alla HEMS Association (Helicopter Emergency Medical Services), associazione il cui scopo è quello di organizzare e promuovere tutte le attività che concorrano alla formazione e all'aggiornamento scientifico degli operatori dei servizi di elisoccorso a livello nazionale.
Sito web:
HEMS Association (Helicopter Emergency Medical Services).

 

elisoccorso

Il servizio di Elisoccorso HEMS (Helicopter Emergency Medical Services) viene istituito nella Regione Piemonte nel 1988 con lo scopo di fornire ai cittadini un servizio sanitario altamente specializzato, molto rapido ed in zone di difficile accesso, ad integrazione delle altre modalità di soccorso sul territorio al fine di garantire la copertura territoriale regionale: servizio gratuito che fa capo alla Centrale operativa 118 di Torino.

L'attività HEMS è stata regolata in passato dal R.A.I. (Registro Aeronautico Italiano) attraverso l'applicazione della parte I del Doc. 41/6821/M.3E del 8/11/1994 "Norme inerenti alle operazioni dell' HEMS-SAR-Elisoccorso in montagna", considerato come un emendamento al Doc. 41/23100/M3 "Norme operative per l'esercizio degli aeromobili in servizio di trasporto pubblico".
Successivamente a livello europeo la JAA (Joint Aviation Authority) emanò il regolamento "JAR-OPS 3: Commercial Air Transportation (Helicopters)" che ha disciplinato fino al 2012 l'attività HEMS in Italia, anche mediante svariati regolamenti applicativi pubblicati da E.N.A.C. (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile) del Ministero dei Trasporti e della Navigazione tra cui le Circolari OPV HH del 2002 e il Regolamento "Norme operative per il servizio medico di emergenza con elicotteri" del 2007.
Oggi a livello europeo e più precisamente in ambito E.A.S.A. (European Aviation Safety Agency) è stata introdotto il Regolamento UE n°965/2012, ed applicata in Italia a tutte le attività di trasporto commerciale con elicottero a partire dall'ottobre 2014.
In particolare le attività HEMS sono regolamentate dalla AMC-GM Annex V Part SPA del maggio 2017.L'E.N.A.C., al fine di procedere a una progressiva integrazione ed armonizzazione della normativa europea con quella nazionale in materia di operazioni HEMS, nel dicembre 2016 ha emesso il regolamento "Infrastrutture a servizio dell'attività HEMS" orientato a regolamentare l'impiego di specifiche aree per le operazioni HEMS diurne e notturne.
Il Regolamento ENAC "Infrastrutture a servizio dell'attività HEMS" fornisce le seguenti definizioni che possono essere utili a comprendere meglio il significato delle nostre parole:

  • HEMS: Helicopter Emergency Medical Service (Servizio medico di emergenza con elicottero).
  • Volo HEMS: Un volo effettuato con elicottero con approvazione HEMS, il cui scopo è fornire assistenza medica di emergenza nei casi in cui un trasporto immediato e rapido è essenziale, e che trasporta:
    - personale medico;
    - forniture mediche (attrezzature, sangue, organi, medicinali); o
    - persone malate o ferite e altre persone direttamente coinvolte.
  • Operatore HEMS: Operatore certificato che effettua il Servizio Medico di Emergenza con elicotteri, impiegandoli in operazioni di volo che ricadono nell'ambito della definizione di "HEMS flight" riportata nell'Annesso I del Regolamento (UE) n. 965/2012.
  • Sito operativo HEMS: Sito selezionato dal pilota responsabile durante un volo HEMS per operazioni con verricello per atterraggio e decollo.
  • Operazioni di primary pick-up: Operazioni HEMS di prelievo paziente/organi disposto dalla centrale operativa del committente del servizio HEMS.
  • Ospedale (HUB): Ai sensi del nuovo modello organizzativo della sanità italiana, gli ospedali inseriti in una rete ospedaliera denominata HUB costituita da strutture di diversa complessità assistenziale in grado di rispondere alle necessità d'intervento secondo livelli di capacità crescenti di competenza del personale e di risorse disponibili.
  • Ospedali (Spoke): Ai sensi del nuovo modello organizzativo della sanità italiana, i centri ospedalieri «a media intensità di intervento», che gravitano intorno ai grandi ospedali specialistici, seguendo il paziente, "gestendone" le condizioni cliniche e tentando di stabilizzarle.

Ulteriore rilievo assume l'attività HSR o SAR (Helicopter Search and Rescue), ovvero il servizio di ricerca e salvataggio. Ha lo scopo di dare immediata assistenza alle persone minacciate da grave pericolo o da ambiente ostile.
Un'ultima nota riguarda l'attività HAA (Helicopter Air Ambulance) trasporto aereo con eliambulanza. Ha lo scopo di facilitare l'assistenza sanitaria, con un volo normalmente pianificato in anticipo, dove non è essenziale un immediato e rapido trasporto (come in caso di operazioni HEMS) e rientra nella normativa per il Trasporto Pubblico Passeggeri.

elisoccorso

Da quanto espresso si rileva che il servizio di elisoccorso, risorsa di elevatissimo livello professionale, appartiene a tutti gli effetti al Sistema dell'Emergenza contribuendo a realizzarne gli obiettivi.
In relazione alla grande potenzialità operativa ma altrettanto condizionato nelle possibilità di impiego, tale servizio risulta necessariamente integrativo e non sostitutivo dei tradizionali sistemi di soccorso.
In qualsiasi contesto, l'elisoccorso deve essere gestito dalla Centrale Operativa 118 in funzione dei compiti istituzionali, deve essere impiegato in forma esclusiva per finalità sanitarie, salvo particolari contesti comunque connessi con il "salvare vite umane".


L'ELISOCCORSO NOTTURNO

Eli_notte_1Eli_notte_2Eli_notte_4

Con l'entrata in vigore del Regolamento UE n°965/2012, a partire dall'ottobre 2014 è consentito, anche in Italia, estendere il servizio di Elisoccorso alle ore notturne.
Nell'ottica di un Servizio di Emergenza Sanitaria 118 sempre più capillare sul territorio regionale, anche alla luce della riorganizzazione della Rete Ospedaliera, il Dipartimento Interaziendale Emergenza Sanitaria Territoriale 118, dopo un primo periodo sperimentale svoltosi tra l'1 ed il 20 ottobre 2014, ha attivato il Servizio di Elisoccorso Notturno presso la Base Operativa di Torino il 20/11/2014.

elisoccorsoelisoccorso

Pur con alcune restrizioni e differenze rispetto alle normali operazioni diurne, al fine di garantire massimi livelli di sicurezza, la AMC-GM Annex V Part SPA, alla Subpart J prevede che il Sito Operativo HEMS debba essere abbastanza grande da fornire un'adeguata separazione da tutti gli ostacoli. Per le operazioni notturne, l'illuminazione del sito deve essere sufficiente per identificare la zona di atterraggio e gli ostacoli.
A tal proposito, è stato pianificato l'utilizzo, laddove possibile, di campi sportivi di adeguate dimensioni e dotati di impianto di illuminazione, ovvero di aree assimilabili a tali impianti. In particolare i campi sportivi illuminati rispondono ai criteri indicati nel Regolamento Europeo perché sono sufficientemente ampi da garantire la separazione dagli ostacoli e illuminati, oltre che distribuiti capillarmente sul territorio.
L'obiettivo principale è la creazione di un'adeguata Rete Regionale di siti notturni a servizio dei centri abitati, delle destinazioni sanitarie e delle comunità isolate o aree disagiate, che metta in collegamento il Sistema di Emergenza Territoriale e le strutture Ospedaliere al fine di garantire al meglio l'intero percorso di cura del paziente come stabilito nel decreto 2 aprile 2015 n. 70 del Ministero della Salute pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 127 del 4/6/2015.

Orario di Operatività Notturna

La Base Elisoccorso di Torino garantisce 20 ore di attività giornaliera in relazione alle effemeridi stagionali ed alle condizioni meteorologiche. L'operatività notturna ha inizio a partire da un'ora dopo il termine del servizio diurno e termina alle ore 04:30 a.m.. Sono previsti due fermi macchina giornalieri rispettivamente di un'ora tra la fine del diurno e l'inizio del notturno e di tre ore tra la fine del notturno e l'inizio del diurno al fine di consentire le necessarie operazioni manutentive giornaliere.

Equipaggio Notturno

  • Componente Sanitaria: 1 medico, 1 infermiere
  • Componente Aeronautica: 2 piloti e 1 tecnico di volo

Caratteristiche del Sito

L'area o le aree individuate vengono preventivamente valutate dalla Commissione Tecnica Elisoccorso 118 in collaborazione con l'Amministrazione Comunale interessata condividendo altresì la valenza del progetto.

Ciascun sito deve avere le seguenti caratteristiche:

  • dimensioni minime di 70x40 metri;
  • superficie con manto erboso naturale, cui sia effettuata manutenzione, o in terra battuta adeguatamente irrigabile o in conglomerato cementizio, bituminoso e loro derivati (non sono idonei i campi sportivi in materiale sintetico poichè si potrebbero danneggiare durante le operazioni di atterraggio);
  • possibilità di illuminazione del sito con le caratteristiche almeno parificabili ad illuminazione pubblica urbana;
  • un'area circostante sgombra da ostacoli (es. linee elettriche di alta tensione, pale eoliche, cavi sospesi di teleferiche o funivie, antenne, etc.) per un raggio indicativo di 200 - 300 metri ed un angolo di 9° dal centro (come da figura allegata);
  • accesso alle rete viaria raggiungibile dai mezzi di soccorso che all'uopo vengono inviati sia per il trasporto di pazienti che in supporto all'equipe sanitaria dell'elisoccorso.Ottenuto il parere positivo da parte della Commissione Tecnica Elisoccorso, viene organizzato un volo test al fine di validare la rotta e le procedure di atterraggio e decollo.

Infine l'iter si completa con la definizione di una procedura condivisa tra il Servizio di Elisoccorso e l'Amministrazione Comunale, relativa all'accensione delle luci e accesso al sito da parte delle ambulanze. Tale procedura può prevedere diverse opzioni in base alle diverse situazioni locali.
Nello specifico l'accensione luci e l'apertura degli accessi può essere:

  • manuale attraverso la collaborazione con Enti Locali e/o Associazioni di Volontariato presenti nel territorio interessato
  • automatica dall'elicottero o dalla Centrale Operativa 118 se il sito viene dotato di un dispositivo di telecomando (Radio o GSM).

SERVIZIO ELISOCCORSO REGIONE PIEMONTE

4 Basi, coordinate per interventi HEMS dalla Centrale Operativa 118 Provinciale competente, previa assegnazione del mezzo disponibile dalla Centrale Operativa 118 Regionale di Torino, per gli interventi HSR gestione diretta della CO118 Regionale.

EQUIPAGGIO

  • equipaggio di soccorso: 1 medico, 1 infermiere e 1 tecnico di soccorso alpino;
  • equipaggio di condotta: 1 pilota e 1 tecnico.

Il Servizio di Elisoccorso Regionale HEMS/HSR è regolamentato da un Coordinamento Regionale Elisoccorso ed è gestito dal Coordinatore Regionale Elisoccorso.
Il Coordinamento Regionale Elisoccorso è costituito dai Responsabili Medici e dai Coordinatori Infermieristici delle quattro Basi HEMS.
Il personale sanitario operante presso le basi elisoccorso regionali è direttamente dipendente dalle Amministrazioni Aziendali Regionali tra di loro convenzionate per l'espletamento del servizio.
Le richieste di attivazione del mezzo aereo sono effettuate, secondo protocolli regionali, dalla Centrale Operativa 118 Regionale di Torino che gestisce le 4 Basi Elisoccorso della Regione Piemonte:

  • Gestione su interventi HEMS Centrale Operativa Provinciale competente.
  • Gestione su interventi HSR direttamente da Centrale Operativa Regionale.
  • Gestione su interventi HAA direttamente da Centrale Operativa Regionale.
  • Gli interventi possono essere di tipo HEMS o HAA:
    - Voli HEMS: voli per missioni sul luogo dell'evento richieste dalle Centrali Operative 118 Provinciali.
    - Voli HAA: voli di trasferimento assistito di un paziente critico da un ospedale all'altro per l'esecuzione di accertamenti diagnostici e/o terapeutici urgenti che non possono essere effettuati nell'ospedale di provenienza.

A bordo è presente un equipaggio aeronautico composto da un pilota e da un tecnico specialista, un equipaggio sanitario composto da un medico anestesista rianimatore e da un infermiere professionale di area critica ed un tecnico esperto del Soccorso Alpino Regionale.
Ogni professionista operante sul mezzo aereo è altamente specializzato, aggiornato ed addestrato: è fondamentale che il pilota abbia una specificità professionale atta a garantire il buon esito e la sicurezza delle missioni HEMS, essendo l'attività di soccorso sanitario un trasporto pubblico particolare, con tempi di azione ridottissimi, con atterraggi in qualsiasi luogo e terreno e con volo a vista.
Il tecnico specialista è adibito alla manutenzione sia ordinaria che straordinaria dell'elicottero, è autorizzato a prestare assistenza diretta al velivolo, è addestrato alla sicurezza delle persone e del mezzo, esegue le procedure della movimentazione con verricello, si coordina con il personale sanitario ed assiste il pilota.
Al personale sanitario è richiesta, oltre ad una alta professionalità nel proprio settore, la conoscenza e l'esecuzione di procedure particolari da attuarsi durante l'avvicinamento al mezzo aereo, il volo, l'imbarco del paziente, lo sbarco/imbargo in hovering, lo sbarco/imbarco con verricello.
Il tecnico SASP garantisce la sicurezza del personale sanitario durante lo sbarco/ imbarco sia in hovering che con verricello sia in condizioni normali che su terreno ostile e/ luoghi disagiati.
Considerato che il Servizio di Elisoccorco si struttura come parte integrante del Dipartimento Interaziendale per l'Emergenza Sanitaria Territoriale 118, da cui ne consegue una necessità di uniformità di processi formativi , appare necessario che il personale dei servizi di Eliambulanza- Elisoccorso, nell'ambito delle prestazioni rese, debba rispondere perfettamente ai requisiti previsti dalle norme vigenti ed ai presupposti operativi stabiliti.

elisoccorso

La competenza richiesta al personale impiegato in un servizio di elisoccorso non può prescindere da una esperienza di lavoro maturata in reparti di area critica, o in ambienti operativi tipici del Sistema 118, dove vi sia stata la possibilità di acquisire le manovre indispensabili al trattamento delle situazioni critiche. Il personale Medico ed Infermieristico impiegato in questi Servizi dovrà essere preparato e formato al compito da svolgere, secondo un progetto formativo causalmente legato e condiviso con la specifico dell'emergenza territoriale.
L'obiettivo è formare sotto il profilo tecnico-sanitario, il personale sanitario (medici e infermieri) che dovrà operare nel Servizio di Elisoccorso, standardizzare il livello formativo ed operativo del servizio di Elisoccorso e mantenere il Livello Accettabile di Performance tramite un percorso di formazione continua, realizzare gli indispensabili presupposti di sicurezza.
Il percorso formativo del personale sanitario HEMS-HSR prevede una fase iniziale di accesso ai contenuti formativi ed abilitativi per tramite di un corso residenziale di formazione specifica ed abilitazione, successivamente viene prevista una strutturazione della formazione continua tramite sessioni di addestramento e valutazione a cadenza semestrale; prevista anche l'abilitazione di istruttori impiegati nella formazione del personale operante nel servizio.


PERCORSO FORMATIVO PERCORSO DI ABILITAZIONE PER COMPONENTE DI EQUIPAGGIO SANITARIO HEMS DEL SERVIZIO REGIONALE DI ELISOCCORSO

pdf DGR 7-2033 del 02/10/2020 (stralcio) - pdf 82 KB

pdf DD 710/A1431C/2021 del 14/05/2021 (stralcio) - pdf 113 KB

CALENDARIO PRESELEZIONE

Modulo 1: Test scritto/Scenari clinici

14 settembre 2021 (Aula Magna presidio CTO)
Test scritto

Per le successive prove verrà comunicata la data di effettuazione ai partecipanti:

17 o 18 settembre 2021 (in base alla convocazione)
Grugliasco – Via Indipendenza, 20
- Scenario clinico 1: trauma (valutazione gestione clinica)
- Scenario clinico 2: ALS adulto, pediatrico e neonatale
- Scenario clinico 3: incidente multiplo

Modulo 2: Movimentazione in ambiente

21 o 22 settembre 2021 (in base alla convocazione)
Località da definire
- Progressione in ambiente impervio/ostile
- Progressione su percorso attrezzato e terreno impervio/ostile
- Calata assistita con manovre di corda

I colloqui psico–attitudinali si svolgeranno nei giorni 29 o 30 settembre 2021 (in base alla convocazione), in collaborazione con il servizio di Psicologia Clinica dell'AOU Città della Salute e della Scienza di Torino ed il Dipartimento di Psicologia dell'Università degli Studi di Torino.

La sede in cui si terranno i colloqui verrà comunicata successivamente.

REQUISITI SPECIFICI DI AMMISSIONE

Può partecipare alla preselezione il personale Medico ed Infermieristico che alla data di scadenza del presente avviso sia in possesso dei seguenti requisiti:

a) PERSONALE MEDICO

  1. dipendente/convenzionato a tempo indeterminato e a tempo pieno di AOU/ASO/ASL della Regione Piemonte in servizio attivo presso Servizi di Anestesia e Rianimazione, DEA di I e II livello, Servizi di Emergenza Territoriale 118/Maxiemergenza Regionali;
  2. in possesso della specialità in Anestesia e Rianimazione o altre Specialità dell'area dell'Emergenza Urgenza (D.G.R. n. 119-9026 del 16/05/2019);
  3. anzianità di servizio continuativo di almeno tre (3) anni presso Servizi di Anestesia e Rianimazione, DEA di I e II livello, Servizi di Emergenza Territoriale 118/Maxiemergenza Regionali.

b) PERSONALE INFERMIERISTICO

  1. dipendente a tempo indeterminato e a tempo pieno di AOU/ASO/ASL della Regione Piemonte assegnato ad una delle strutture afferenti al Dipartimento Interaziendale per l'Emergenza Sanitaria Territoriale 118;
  2. anzianità di servizio continuativo di almeno tre (3) anni nel servizio di Emergenza Territoriale 118 in qualità di componente di equipaggio sanitario su mezzi di soccorso territoriale 118.

Per entrambe le categorie professionali

  • età non superiore ai 45 anni (si deve intendere che il requisito stesso è posseduto da coloro i quali non hanno ancora compiuto i 45 anni alla data di scadenza dell'avviso o che tutt'al più li compiono nel giorno di scadenza dell'avviso);
  • superamento del colloquio psico-attitudinale;
  • possesso del certificato di Idoneità alla mansione specifica ex D. Lgs 81/08 e s.m.i., rilasciato dal Medico Competente della propria AOU/ASO/ASL secondo il protocollo di sorveglianza definito dal Servizio Rischio Occupazionale dell'AOU Città della Salute e della Scienza di Torino, di seguito indicato:
  • Visita medica
  • Verifica immunità alle malattie esantematiche (varicella, morbillo, parotite, rosolia) ai sensi dei protocolli aziendali
  • esame emocromo completo con formula leucocitaria e conta piastrinica, glicemia, colesterolo totale, colesterolo HDL e colesterolo LDL, trigliceridi, AST, ALT, γ-GT, fosfatasi alcalina, quadro proteico elettroforetico, bilirubinemia totale e frazionata, creatininemia, esame urine completo con sedimento, HBsAg, HBsAb, HBcAb, HCV Ab, HIV Ab (previo consenso informato)
  • ECG da sforzo
  • visita cardiologica in caso di alterazioni dell'ECG da sforzo
  • visita cardiologica su parere del MC se presenti fattori di rischio (BMI>30, Ipertensione non compensata, alterazioni elettrocardiografiche forte fumatore, dislipidemia) o sintomi
  • Audiometria tonale
  • Prove vestibolari (presso ORL)
  • Spirometria

MODALITÀ DI SELEZIONE

La valutazione del Curriculum Professionale e delle prove verrà effettuata dalla Faculty Scientifica del Corso che avrà a disposizione100 punti così suddivisi:

  • 20 punti per il Curriculum Professionale
  • 20 punti per il test scritto
  • 30 punti per gli scenari clinici
  • 30 punti per la movimentazione in ambiente

In caso di parità di punteggio, avrà precedenza il candidato più giovane di età ai sensi dell'art. 2 comma 9 della legge 191/1998.

La mancata presenza anche solo ad una delle prove della preselezione comporterà l'esclusione del candidato dalla partecipazione al corso.

La graduatoria ottenuta non verrà utilizzata per l'accesso a successive edizioni del corso di abilitazione per componente di equipaggio sanitario HEMS del Servizio Regionale di Elisoccorso.

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di partecipazione alla preselezione deve essere redatta utilizzando il modello scaricabile: doc Domanda di preselezione (164 KB)

La presentazione di domanda priva di firma comporterà la non ammissione alla preselezione.

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro il 31 agosto 2021 alla S.C. Elisoccorso dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino esclusivamente a mezzo Posta Elettronica Certificata (da indirizzo PEC) al seguente indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , indicando nell'oggetto "Domanda Preselezione Elisoccorso".

Non sarà possibile l'invio da casella di posta elettronica semplice anche se indirizzata alla PEC Aziendale.

Alla domanda di partecipazione deve essere allegato:

  1. un curriculum formativo e professionale redatto in carta semplice, datato e firmato;
  2. copia non autenticata del documento di identità.

Per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi alla S.C. Elisoccorso - Via Sabaudia 164, Grugliasco (TO) – Tel. 011.40.18.193 / 011.40.18.181.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 17 Giugno 2021 08:34 )
 
Torna indietro


Note Legali | Dichiarazione di accessibilità | Credits |Guida alla navigazione del sito | Cookie Policy

Copyright © 2021 A.O.U. Citta della Salute e della Scienza di Torino. Tutti i diritti riservati.
Sede legale: corso Bramante, 88 - 10126 Torino | Cod. fiscale - P. IVA: 10771180014.